Madrid 2008

Il tempio di Del Piero

 

Volete visitare una città europea per quattro giorni spendendo solo 128€? Per informazioni rivolgetevi all'agenzia viaggi Weber!

       

Dopo il già programmato viaggio oltreoceano di inizio novembre (d'altronde almeno una volta l'anno dovrò pur tornare a casa) cercavo qualcosa per "riempire" gli ultimi 4/5 giorni delle mie vacanze autunnali. Su Edreams l'offerta migliore era quella per Madrid.... la capitale della Spagna a prezzo di saldo... e perché no, in fondo non ci sono mai stato!! Lo propongo a Fabio (subito entusiasta soprattutto per il prezzo) ed al nano (all'inizio pieno di dubbi per via di improbabili previsioni del tempo, ma poi finalmente convintosi della bontà dell'offerta). Al Cico no, perché a breve sarebbe diventato padre. Ok, è deciso, si va tutti in Spagna... dal 13 al 16 novembre!

       

In un giorno l'abbiamo girata tutta ed abbiamo visto quel poco che c'era da vedere, infatti venerdì abbiamo visitato Plaza del Sol (ovvero il centro della città), Plaza Mayor, Plaza Colon (la piazza dedicata a Cristoforo Colombo, che loro sostengono fosse spagnolo... follia completa), il palazzo reale, il grande parco cittadino, il giardino botanico, un tempio egizio (smontato e rimontato nella capitale iberica) ed il Museo del Prado.

Abbiamo assaggiato le specialità locali, le tapas e la tortilla... ovvero patatine fritte con sopra un uovo strapazzato e una frittata con le patate... mah... la cucina spagnola...

Quindi, per ovviare alla mancanza di attrattive, Fabio ed io ci siamo cimentati nel nostro gioco preferito, ovvero quello "entrare" nelle fotografie della gente, meglio poi se "questa gente" significa ragazze.

A dire la verità Madrid non mi è sembrata poi molto interessante, certo, non è facile passare direttamente da New York ad un'altra città, c'è sempre il (fortissimo) rischio che la seconda appaia meno bella di quel che sia in realtà. Ma comunque, nella mia personalissima graduatoria delle capitali europee, quella della Spagna si piazza direttamente all'ultimo posto. E poi anche il tempo ha influito... non male di giorno, ma freddo e ventoso di sera (che il nano per una volta avesse ragione?).

        

 Sabato la nostra attenzione, soprattutto quella del nano, si è rivolta al vero e proprio tempio pagano di questa città... il Santiago Bernabeu. Con soli 15€ abbiamo avuto la possibilità di visitare gli spalti dove una settimana prima i tifosi della Juve hanno potuto esultare per la doppietta di Del Piero. Il campo da gioco, dove una settimana prima Del Piero ha segnato una doppietta. La panchina, dove una settimana prima Del Piero si è seduto dopo aver segnato due gol. Lo spogliatoio, dove sette giorni prima Del Piero avrà sicuramente festeggiato le sue reti con i compagni. Ed infine la sala dei trofei del Real Madrid dove sarebbe opportuno che esponessero la maglietta di Del Piero.

Insomma fossimo andati quattro giorni in pellegrinaggio a Torino, a casa di Del Piero, sarebbe stata la stessa cosa ;-)