Il ballo di fine anno

 


 

 

 

 

 

 


Si preparano per un anno, se si è ragazze a settembre già si pensa all'acconciatura, al vestito e all'accompagnatore, se si è ragazzi alla macchina con cui andare e alla ragazza da portare. E' uno di quei giorni che rimangono per sempre nella memoria, come il giorno del diploma o della laurea. Questo è l'effetto che fa in America il ballo di fine anno.

Ero arrivato da poco a Incline Village, quello era il mio secondo viaggio negli U.S.A., ufficialmente per riportare a casa Marco dopo il suo anno sabbatico nel piccolo SIERRA NEVADA COLLEGE, università per americani benestanti e per europei talentuosi. Marco aveva legato subito con i suoi compagni dello Ski Team e questo gli avevo reso meno duro l'impatto con realtà e lingua a lui sconosciute.

La vita dello studente di college è come lo si vede nei film, c'è una festa ogni sera (magari non così pittoresche come nei movies di John Belushi o dei Nerds), ogni sera si va in una casa diversa ed ognuno porta qualcosa (il nostro settore erano le bevande.... due confezioni di birra e una bottiglietta di Diet Coke per il sottoscritto). I comportamenti alle feste sono codificati, appena si entra in casa ci si toglie le scarpe e ci si avventa sul frigo o su quella specie di patatine da inzuppare in una salsina di chiara derivazione messicana.

Lo Spring Formal era fissato per venerdì 30 aprile 1999 nella splendida cornice di uno dei tanti ristoranti con vista su Lake Tahoe presenti nell'opulenta zona di confine fra il Nevada e la California. Vi era l'obbligo della giacca e cravatta per gli uomini e del vestito da sera per le ragazze, io ero andato a prestito un po' da tutti, per cui avevo la cravatta di Magnus, la camicia di Yoyo e i pantaloni di Marco. Ci siamo andati tutti in gruppo. All'ingresso il rigoroso servizio d'ordine controllava documenti e biglietto d'invito e ai maggiori di 21 anni applicava un braccialetto sul polso sinistro. Solo i possessori potevano consumare alcolici. Dopo aver occupato i posti siamo andati verso la spiaggia, per goderci l'incantevole panorama e per le classiche fotografie ricordo. Nella grande sala da pranzo erano sistemati tavoli rotondi di varie grandezze, ogni posto era contrassegnato da una candela-ricordo. Agli estremi della sala vi erano il lungo tavolo del self service e il palco dove già si esibiva un'orchestrina jazz. Pesce, carne, verdura.... da ogni ben di Dio era composta la nostra cena, con i piatti forte del roastbeef, del salmone pescato in loco e per finire una delicatissima torta al cioccolato.

Al termine della cena l'orchestrina lascia il posto al d.j. che parte con musica anni '70.... la seconda canzone era Y.M.C.A. e nonostante tutti fossero ancora seduti non ho resistito: mi sono alzato e ho ripreso la famosa coreografia imparata qualche mese prima allo Yankees Stadium di New York. La gente era tutta intorno a me, mi incitava, mi applaudiva, mi fotografava..... eh sì, anche al ballo di fine anno ho avuto il mio momento di gloria... o di esibizionismo, ma questo dipende dai punti di vista.

 

 

Il Nevada

Incline Village.JPG (98892 byte)    Nevada - Casa.JPG (96521 byte)    Lahe Tahoe from Diamond Peak.JPG (56272 byte)    Lahe Tahoe from Diamond Peak 2.JPG (46782 byte)

Lake Tahoe - tramonto.JPG (31499 byte)    Lake Tahoe 2.JPG (68716 byte)    Lake Tahoe.JPG (108291 byte)

    

 

La California

Nevada - Welcome to California.JPG (91722 byte)    Nevada - Arco Arena.JPG (78494 byte)    Nevada - Basket.JPG (71409 byte)    Nevada - Rocce.JPG (91467 byte)